Torna Festambiente Terra Felix

Festambiente Terra Felix é il più grande festival ecologista della Campania. Giunto alla sua nona edizione, con oltre 50000 partecipanti nelle scorse edizioni, rappresenta un’occasione di confronto sulle tematiche dello sviluppo sostenibile, nella visione “Think global, act local”.

Con una consolidata partnership sul territorio che vanta oltre 80 soggetti coinvolti nelle precedenti edizioni, tra Presidenza della Repubblica, ministeri, Regione, Comuni, camere di commercio, fondazioni, associazioni di categoria ed imprese di successo nel loro approccio alla sostenibilità e alla coesione con il territorio, il festival si avvale della partecipazione di una vasta rete di soggetti, un’alleanza che ogni anno, intorno ad un tema specifico, partecipa, discute, fa festa, accoglie e propone nuove modalità di intervento e azioni concrete per il futuro di Terra Felix.

La nona edizione di Festambiente Terra Felix, che si terrà dal 21 al 23 settembre 2018, ha come titolo “SOOD”, e rappresenterà un momento di confronto sulle politiche per lo sviluppo del SUD, soprattutto connesse alla valorizzazione delle tradizioni eno-gastronomiche del territorio, che ormai universalmente indichiamo con la parola “FOOD”. Nell’anno internazionale del cibo italiano, SOOD sarà un pretesto per parlare delle buone pratiche che nel territorio stanno affrontando con successo e superando le fastidiose etichette legate al “sottosviluppo” di questa parte del nostro Paese. Non è un caso, quindi, che SOOD nasca proprio in quella “terra dei fuochi” di cui ancora si continua a parlare come esempio negativo associato a illegalità e morte: SOOD vuole esaltare la filiera del cibo come chiave per la rigenerazione del territorio e dei paesaggi del meridione, senza trascurare i temi importanti come camorra, immigrazione e caporalato, inquinamento, uso insostenibile delle risorse. SOOD vuole promuovere una rinnovata consapevolezza -da parte di tutti noi cittadini- nelle potenzialità della nostra Regione e quindi un nuovo senso di orgoglio campano.

E’ dunque un modo di vedere il bicchiere mezzo pieno, di affermare che  i paesaggi, la gente, l’enogastronomia, l’immenso patrimonio storico-artistico, la cultura, la musica e  anche la terra costituiscono patrimonio di inestimabile valore, vero volano di sviluppo per tutto il territorio.

Simbolo  di  questo  riscatto,  il  Casale  di  Teverolaccio,  a  Succivo,  una  masseria fortificata,  situata  nell’agro  aversano,  in  cui  Legambiente  e  una  rete  di  partner,  ha realizzato -sottraendolo dal degrado- un giardino con un percorso sensoriale e 18 orti sociali, una sala espositiva e laboratori di manualità e un eco-ristorante a km zero.

E che oggi accoglie migliaia di studenti e ospiti dalla regione Campania e dalle regioni vicine.

Sarà questo Casale la cornice dei tre giorni di festival, che in 12000 mq ospiterà concerti, dibattiti, percorsi degustativi, mostre, attività educative e di intrattenimento per i bambini, fiere, visite guidate, in un programma che si rivolge a tutti.

Anche le reti RAI nazionali hanno mandato in onda su Ambiente Italia e Linea Verde la bellezza e la qualità degli Orti Sociali realizzati nel Casale di Teverolaccio a Succivo e coltivati dagli anziani del posto, che durante Festambiente si aprono in tutto il loro splendore.

A Festambiente si mangia biologico, si differenziano i rifiuti, non si usa la plastica, si “imbrocca” l’acqua, e bicchieri, posate e piatti sono bio-compostabili o di vetro e ceramica.

Festambiente è un modo per guardare in positivo. Per raccontare con esempi concreti quella Campania che, nonostante tutto, non abbassa la guardia: fatta di tanti bravi ed onesti amministratori, di volontari, insegnanti, imprenditori, associazioni che, insieme, dimostrano che un modo diverso di produrre e di amministrare è possibile, e che scommettere sull’ambiente, come leva di sviluppo e miglioramento della qualità di vita di ognuno e di tutti, conviene.

Anche quest’anno il Festival sarà all’insegna dell’ecologia, del mangiar sano, della natura incontaminata, in un’atmosfera piacevole caratterizzata da un elevato spessore culturale ed in questa occasione la manifestazione dedicherà ampio spazio ai temi della sicurezza alimentare grazie alla proposta di ricette e piatti della tradizione regionale Campana, che vanta mille varietà e declinazioni di gusto e sapore. Ogni sera dibattiti e concerti con personaggi dello spettacolo, della cultura, sensibili alle tematiche ambientali, arte natura e gastronomia tipica. Gli stand espositivi presenteranno prodotti di qualità, all’avanguardia della loro realizzazione con criteri e metodi che rispettano l’ambiente. Grande spazio verrà dedicato ai bambini con aree appositamente attrezzate dove il gioco si incontrerà con l’educazione ambientale, nell’intento di trasmettere ai più piccoli, facendoli divertire, la sensibilità indispensabile alla salvaguardia del nostro mondo continuamente minacciato da modelli di consumo insostenibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *