18 compostiere per gli orti sociali del Casale di Teverolaccio

Il Compost è un terriccio organico, ottenuto dalla fermentazione e trasformazione di materie organiche, principalmente scarti di cibo, con una forte valenza concimatoria, di nutrimento delle piante, verdure ed ortaggi in genere. Fare compostaggio quindi è come gestire una fabbrica biologica, dove insetti, batteri e funghi convertono la sostanza organica nei composti chimici più semplici e stabili: sali minerali, acqua e anidride carbonica. Il funzionamento della fabbrica dipenderà dalla cura di questi esseri viventi, checome tutti hanno delle condizioni naturali in cui si esprimono meglio. Il buon compostaggio, che è una cosa abbastanza semplice,  ha quindi delle regole. Con il progetto di Orti.net – Coltiviamo la Socialit@,  i volontari di Geofilos di concerto con i ragazzi richiedenti asilo in forza alla Cooperativa Sociale Terrafelix hanno assemblato 18 compostiere per i 18 orti sociali coltivati dagli anziani di Succivo nel Casale di Teverolaccio.

Un’ottima iniziativa di integrazione sociale attraverso la pratica dell’agricoltura sostenibile.

Per avere ulteriori informazioni sugli orti sociali gestiti da Geofilos Legambiente e conoscere le attività portate avanti dalla cooperativa Terrafelix puoi scrivere a network@ortoinrete.it .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *