Pummarola Day 2018

 

pummarola

Sabato mattina, 1° settembre 2018, presso il Casale di Teverolaccio a Succivo si terrà la seconda edizione del “Pummarola day” un evento organizzato da Legambiente che mette insieme numerose realtà del terzo settore che operano nel campo dell’agricoltura sociale.

Pummarola day è lo slogan scelto per tramandare alle giovani generazioni la straordinaria tradizione di fare “i boccacci, o la passata, o le pacchetelle di pomodoro”. Fino a qualche anno fa nel periodo di fine agosto i cortili delle nostre case erano popolati da tutti i membri della famiglia che lavoravano alla produzione delle conserve di pomodoro. Tutti i componenti avevano un ruolo preciso da svolgere, dal più piccolo al più anziano. I pomodori si reperivano facilmente, essendo il territorio atellano-aversano vocato alla produzione del “sammarzano”.

Negli ultimi annia questa bellissima tradizione è andata scomparendo, le famiglie non hanno molto tempo da dedicare alla preparazione delle conserve e le superofferte della grande distribuzione hanno reso “antieconomico” produrre in casa le conserve.

“ma vuoi mettere il sapore della passata fatta in casa?”. Un sapore unico, che evoca ricordi di un’infanzia bellissima trascorsa a giocare fino a sera nei cortili dei palazzi, a mangiare per merenda pane olio e pomodoro. Un gusto unico, che ti riempie lo stomaco solo a pensarci.

Ecco, il pommarola day vuole mantenere viva questa tradizione; sabati mattina nella corte del Casale ci saranno i nonni ortolani, i volontari di legambiente, le famiglie del Gruppo d’Acquisto Solidale e i cittadini che vogliono rivivere questo straordinario rituale. Saranno utilizzati pomodori a KMzero coltivati secondo il metodo dell’agricoltura naturale, senza utilizzare pesticidi e fertilizzanti chimici.

I pomodori saranno raccolti nei campi della cooperativa sociale terra felix, impegnata in un’attività di produzione agricola che rispetta l’ambiente, le persone ed il territorio.

L’evento è realizzato in rete con numerosi circoli di Legambiente ed altre organizzazioni del terzo settore. Questa edizione “Succivese” rientra nell’ambito del progetto “orti.net, coltiviamo la socialità”, cofinanziato dal fondo per il volontariato, legge 266/91, linee direttive e avviso 2/2016.